I VERONESI RACCONTANO VERONA

itVerona

CULTURA UNIVERSITÀ

Università di Verona: la storia dell’Ateneo scaligero

Stemma Uni (evidenza)

Stemma dell'Univr

Quella di Verona è un’università fondata nel 1982 e che attualmente conta circa 24 mila studenti distribuiti nei due principali poli di Veronetta (il quale ospita i dipartimenti umanistici, economici, giuridici, di scienze umane nonché il rettorato) e di Borgo Roma (che ingloba i corsi di studio a stampo scientifico e ingegneristico). L’Ateneo può inoltre vantare ben sei distaccamenti a Vicenza, Legnago, Bolzano, Canazei, Trento e Rovereto.

Ma come e quando è nata l’Università scaligera?

Dal periodo medievale alla fine del 1900

L’Università di Verona inizia a formarsi già in periodo medievale: una bolla papale del 1339, emanata da Papa Benedetto XII, avrebbe infatti concesso alla città uno “Studium generale” e lo sviluppo di quattro facoltà, due di stampo giuridico (Diritto Civile e Diritto Canonico), una di Medicina e l’ultima di Lettere. Tuttavia, il declino degli Scaligeri porta nella città il dominio della Serenissima, la quale sceglie Padova come unica città veneta in cui sviluppare l’Università, bloccando sul nascere il progetto.

Ciò ci porta quindi a un lungo salto temporale, che ci fa arrivare al 1950, anno in cui l’Università di Verona inizia a svilupparsi in termini moderni.

Polo Zanotto

Polo Didattico Giorgio Zanotto

È infatti a metà del Novecento che gruppo di studiosi cattolici decide di fondare la Libera Scuola di Scienze Storiche Ludovico Antonio Muratori, il primo abbozzo di una vera e propria Università. L’allora sindaco Giorgio Zanotto collocò questo progetto al primo posto nell’interesse dei cittadini, portandolo come argomento all’ordine del giorno in vista della creazione della Facoltà di Economia e Commercio (1959).

Nell’estate dello stesso anno, non solo venne creata la Libera Facoltà di Economia e Commercio, ma anche il Consorzio degli Studenti (istituzione nata per governare la prima), ed entrambi vennero collocati a Palazzo Giuliari. Il clima di entusiasmo iniziale scemò quando ci si rese conto che non vi era la giusta ufficialità dell’Istituzione: l’Università di Verona in quanto tale, infatti, ancora non esisteva.
La situazione cambiò quando l’Università di Padova decise di inglobare Economia e Commercio e di spostare i propri corsi di Medicina, Chirurgia e di Legge proprio a Verona, trasformando quindi la Facoltà scaligera in un proprio distaccamento e quindi in un università “vera e propria”.

Questo processo di creazione si concluderà poi nel 1982, quando l’Università degli Studi di Verona si staccherà definitivamente da quella di Padova, diventando indipendente.

Univr dal 2000 ad oggi

L’Università di Verona, con il tempo, ha aperto le porte anche a nuovi corsi di laurea e nuove esperienze formative. Per esempio dall’anno accademico 2006/2007 i futuri studenti hanno la possibilità di iscriversi al Corso di Bioinformatica, mentre, a partire dal 2015, ogni settembre i bambini tra gli 8 e i 13 anni possono diventare “universitari” partecipando alle attività di Kidsuniversity.

L’Università è anche il luogo in cui gli studenti possono esprimersi al meglio, seguendo passioni parallele al canonico corso di studi scelto. Proprio per questo, nel 2009 è stata creata Fuori Aula Network (FAN), la radio ufficiale di Ateneo.

Inoltre, nel 2015 l’Università di Verona ha inaugurato una nuova sede didattica nel complesso del Panificio della Caserma di Santa Marta. Esso è la sede dei corsi a sfondo economico e di parte di quelli giuridici, nonché della biblioteca economica SMEC dell’Ateneo.

Polo Santa Marta

Polo didattico Santa Marta

Univr… di sera!

Si sa, l’Università è il luogo in cui uno studente deve crescere e porre le basi per il suo futuro. Ma è anche vero che, qualche volta, un po’ di divertimento non guasta! L’Università di Verona è certamente famosa come Ateneo per la preparazione che garantisce ai giovani d’oggi, ma la città è conosciuta anche per i divertimenti che offre. E allora quando è possibile liberare la mente dai mille pensieri e scatenarsi un po’? Il mercoledì sera naturalmente! Ebbene sì, il mercoledì sera universitario è sacro a Verona: centinaia di studenti si riversano nei bar o nelle discoteche più famose della città per concedersi qualche ora di totale divertimento, senza pensare troppo alle lezioni dei giorni successivi.

E quindi futuri universitari… scegliete bene il vostro Ateneo, scegliete Verona e Univr: non ve ne pentirete!

Univr Giardino

Università degli Studi di Verona

Università di Verona: la storia dell’Ateneo scaligero ultima modifica: 2019-03-22T16:49:52+01:00 da Giulia Zanaglio
To Top