Quartiere Veronetta tra storia e vita universitaria - itVerona

itVerona

COSA VEDERE CULTURA EDIFICI STORICI QUARTIERI STORIA

Quartiere Veronetta tra storia e vita universitaria

Veronetta: Verona Panorama

Il panorama di Verona, con il fiume Adige che divide la città

Il quartiere antico di Veronetta è conosciuto oggi anche come zona universitaria. Esso, infatti, ospita molti dipartimenti dell’università scaligera, tra cui economia, lettere e lingue. Considerata per anni come una parte degradata della città, ha beneficiato di un recente piano di riqualificazione. Oggi è di nuovo una zona vivace e vivibile, ricca di monumenti e locali.

Veronetta : Ponte Pietra A Verona
Uno dei simboli della città, Ponte Pietra.
Autore: Andrea Bertozzi. Licenza: CC BY-SA 3.0

Breve storia

I primi a lasciare tracce architettoniche evidenti furono i romani. La città si estendeva principalmente all’interno dell’ansa dell’Adige, ma nella zona di Veronetta sorsero diversi edifici. Sulla sponda esterna del fiume sono visibili, infatti, il Teatro romano, Ponte Pietra, e numerose chiese tra cui quelle di Santa Maria in Organo e di Santi Siro e Libera. Il nome di questo quartiere risale all’Ottocento. Nel 1801 i francesi e gli austriaci divisero la città in due parti. I primi chiamavano con il dispregiativo “veronette”, piccola Verona, l’area controllata dagli austriaci. La città si riunì nel 1805 sotto Napoleone, salvo poi ritornare austriaca nel 1815. Verona, infine, entrò nel Regno d’Italia nel 1866 dopo la terza guerra d’indipendenza.

Chiesa Di Santa Libera E San Siro a Veronetta
Chiesa di Santa Libera e San Siro.
Autore: Ugo Franchini. Licenza: CC BY-SA 3.0

Crisi

La prima crisi che colpì Veronetta fu dovuta alla fine della dominazione austriaca. Il quartiere, infatti, aveva basato gran parte della propria economia sulla presenza delle truppe nel territorio. Nel 1882 un’inondazione peggiorò i problemi economici e sociali già presenti, dandole il colpo di grazia. Un tempo zona fiorente, conobbe un lungo declino che la condannò alla povertà. Scomparvero le concerie, i filatoi, le lavanderie e i mulini. Il punto di svolta avvenne nel 1968 quando l’amministrazione comunale decise di riqualificare il quartiere. Vennero restaurati spazi architettonici e promosse attività economiche. Nel 1982 nacque l’Università di Verona che proprio in quest’area ha trovato la zona ideale dove inserire molti percorsi di studio.

Università Verona Bis
Il Polo Zanotto, sede dell’Università di Verona.
Autore: Andrea Bertozzi. Licenza: CC BY-SA 3.0

Veronetta oggi

Quartiere storico, zona universitaria, area multiculturale, Veronetta racchiude numerose anime. Ricca di elementi architettonici antichi, comprende anche Porta Vescovo che la separa dal quartiere di Borgo Venezia. Da ricordare anche i Giardini Giusti, risalenti al Cinquecento, composti da viali, labirinti, piante e monumenti. Caratterizzata dall’alta presenza straniera, Veronetta ospita bar e locali ideali per la vita degli studenti. Inoltre, non è difficile trovare laboratori o gallerie d’arte di giovani artisti, che regalano al quartiere un fascino unico.

Verona Porta Vescovo
Porta Vescovo, che separa il quartiere Veronetta da Borgo Venezia.
Autore: Van Loon. Licenza: CC BY 3.0
Quartiere Veronetta tra storia e vita universitaria ultima modifica: 2020-03-03T10:13:58+01:00 da Martina Pozzerle

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x