BAR LUOGHI DI RITROVO

Madonna Verona: il misterioso bar di Sottoriva

Madonna Verona

Una statua in Piazza delle Erbe o un suggestivo locale sconosciuto ai più? Il dilemma si pone di fronte a voi camminando per via Don Bassi. Troverete un vicolo a fianco della chiesa Sant’Anastasia dove compare una scritta rosa al neon: Madonna Verona. Un piano bar che si può definire “fuori dal coro”, ma sicuramente per nulla stonato, con il suo fascino d’altri tempi e le leggende di piazza che lo circondano.

Le leggende dietro al nome di questo insolito locale

Questo non è uno di quei bar colmi di turisti con il bastone da selfie in mano. Si direbbe piuttosto una boccata d’aria fresca per la gente locale e quei sinceri interessati che cercano uno spazio tranquillo fuori dal trambusto delle grandi piazze e delle strade affollate. Ad accogliervi all’entrata troverete la proprietaria: una composta signora dai capelli bianchi a cui potrete chiedere il nome e che vi risponderà “Io sono Madonna Verona”. Una risposta inaspettata quindi, che racchiude una spiegazione molto originale: la titolare venne infatti chiamata a rappresentare l’omonima statua posta al centro di Piazza delle Erbe per la sfilata carnevalesca veronese, acquisendo così il titolo di Madonna Verona. È questo l’appellativo che ha poi usato per il proprio locale e che porta ancora oggi con grande fierezza. Chiacchiere urbane alimentano le curiose leggende riguardanti le origini di questo edificio: si dice che un tempo fosse stata una casa del piacere, ma la più plausibile parla di un ex deposito edile ristrutturato e rinnovato ad hoc.

Madonna Verona, Luca Corradin

L’eleganza del classico in un clima famigliare

L’arredo è un mix di originalità, eleganza e stile. Un luogo che non segue trend di alcun genere ma ne ha creato uno da sé. Divani e poltrone di un velluto rosso sangue, legno scuro, pareti e bancone zeppi di oggetti di ogni genere provenienti da chissà quante persone passate di là, musicisti, amici o semplici passanti in vena di un drink in uno dei luoghi più interessanti di questa città. Il clima interno è molto piacevole e rilassato, l’accoglienza benevola resta sempre uno dei punti chiave di questo ambiente a cui la singolare padrona tiene molto. Lasciarsi avvolgere dall’atmosfera mistica di questo salotto è l’unico modo per entrare pienamente nello spirito di Madonna Verona. Potrete gustare un buon whisky concedendovi un ritorno al passato in un angolo di città tra vicoli e storie notturne. Quando il resto dei locali chiude i battenti e se ne va a dormire, Madonna Verona è lì ad attendervi: un brindisi in più alla buona compagnia e ai luoghi come questo che fanno di Verona una città tutta da scoprire.

Madonna Verona, Luca Corradin

Madonna Verona: il misterioso bar di Sottoriva ultima modifica: 2019-03-13T14:32:18+01:00 da Luca Corradin

Commenti

To Top