La storia e i successi de "I Gatti di Vicolo Miracoli" - itVerona

itVerona

MEMORIA PERSONAGGI

I Gatti di Vicolo Miracoli – le origini e i successi di un gruppo che ha fatto la storia

I Gatti Di Vicolo Miracoli

Chi si ricorda dei Gatti di Vicolo Miracoli? La città di Verona soprattutto tra gli anni ‘60 e ‘80, ha dato vita a delle vere e proprie icone della musica e dello spettacolo. Non è un mistero infatti che Verona negli anni ‘60 venisse chiamata la Liverpool Italiana proprio per la sua presenza di cantanti e gruppi rock che divennero famosi a livello nazionale. Tra questi era presente una giovanissima Gigliola Cinquetti che nel 1964 vinse il festival di Sanremo con la canzone Non ho l’età (per amarti). Non molti sanno inoltre che tra la fine degli anni ‘60 e gli inizi degli anni ‘70 stava cominciando a farsi strada una esordiente Ivana Spagna, anche se per vedere la sua stella brillare dovremo aspettare gli anni ‘80 con la bellissima Easy Lady. 

Gli anni ‘70 e ‘80 sono stati anche gli anni de “I Gatti di Vicolo Miracoli”, famosi notoriamente per aver portato alla ribalta Jerry Calà, Franco Oppini, Umberto Smaila e Nini Salerno. Per tutti gli anni ‘70 fino ad arrivare alla metà degli anni ‘80 “I Gatti”, si esibiranno nei locali simbolo della Milano da Bere come il Derby Club e arriveranno persino in Rai dove parteciperanno come ospiti in numerosi programmi. Il loro battesimo definitivo avviene però nel 1978 quando condurranno il cabaret “Fritto Misto” su Telemilano 58 (l’allora Canale 5). Da allora la loro carriera sarà costellata di tanti successi che sarà culminata con il film “biografico” dal titolo “Arrivano i Gatti”, diretto da Carlo Vanzina. 

I Gatti di Vicolo Miracoli – Le origini e i primi successi 

Un muro giallo con sopra l'Insegna della via "Vicolo Miracoli"
Vicolo Miracoli, la via che ha dato il nome al gruppo

I Gatti di Vicolo Miracoli nascono negli anni ‘60 grazie all’amicizia di alcuni ragazzi che si erano conosciuti tra i banchi di scuola e precisamente al Liceo classico Scipione Maffei. Il gruppo in origine nasce come gruppo di teatro e canto e porta il nome di Studio 24. I Gatti ad ogni modo subiranno un breve stop durante gli anni universitari ma riprenderanno comunque qualche tempo dopo. Per un breve periodo si trasferiranno a Roma dove parteciperanno come comparse al film “Un ufficiale non si arrende mai nemmeno di fronte all’evidenza, firmato Colonnello Buttiglione” di Mino Guerrini. Non appariranno tuttavia nel film in quanto le scene verranno tagliate. 

In seguito Cino Tortorella li scopre e li porta a Milano. Da lì la loro carriera sarà in salita. Si esibiranno per un periodo al Derby Club di Milano. Lì all’epoca lavorava come tecnico delle luci un giovanissimo Diego Abatantuono. Il 1971 è l’anno del loro primo singolo dal titolo “L’ultimo fiore”. L’anno successivo pubblicano il primo album che porta come titolo il nome del loro gruppo.

I Gatti di Vicolo Miracoli – Il successo in televisione

Il 1972 anche l’anno della loro prima trasmissione televisiva. Appaiono su Tv Koper-Capodistria in uno show di Cochi e Renato. Nel frattempo stringono amicizia con Maurizio Costanzo con cui collaboreranno nella scrittura diversi sketch.

Nella seconda metà degli anni ‘70 approdano in RAI dove hanno finalmente la loro consacrazione a livello nazionale. Riscuotono un grande successo nel programma “Non Stop” che sarà un vero banco prova anche per altri futuri artisti come ad esempio Carlo Verdone. Il successo fu tale che parteciperanno anche ad altre trasmissioni come il Dirodorlando. Nel 1978 il loro singolo dal titolo “Capito?!” diventerà anche la sigla di Domenica In condotta da Corrado. 

L’approdo al cinema e lo scioglimento 

Nel 1979 i Gatti di Vicolo Miracoli arrivano anche sul grande schermo. Vengono diretti da Carlo Vanzina nel film “Arrivano i Gatti” e in “Una vacanza bestiale”. Da segnalare la bellissima “Verona Beat” che viene inserita come brano d’inizio del film “Arrivano i Gatti”, Questo brano indimenticabile è diventato negli anni il simbolo della musica veronese di quegli anni. Uno spaccato nostalgico in grado di evocarci suoni e immagini di quel periodo un po’ magico.

Le due pellicole vengono accolte molto bene dal pubblico, mentre la critica in generale si dimostrò abbastanza fredda. Nel 1981 Jerry Calà lascia il gruppo per iniziare la sua carriera da solista. In quello stesso anno Calà gira il film “I fichissimi” che fu un grande successo. Umberto Smaila e Franco Oppini invece recitano nel film “I miracoloni”. Le ultime apparizioni sono state in alcuni programmi come “Quo Vadiz” su Retequattro all’epoca del gruppo Mondadori e “Dire, Fare, Baciare” su Antenna 3 Lombardia. I tempi tuttavia erano ormai cambiati e nel 1985 c’è stato il definitivo scioglimento. 

Gli anni successivi 

I Gatti Di Vicolo Miracoli nell'ordine da destra: Franco Oppini, Umberto Smaila, Jerry Calà e Nini Salerno
I Gatti Di Vicolo Miracoli Oggi – foto dalla pagina Facebook ufficiale

Nonostante “i Gatti di Vicolo miracoli” si siano ormai sciolti ben 35 anni fa nel 1985, non è finita la loro amicizia. Sebbene ormai Smaila e Jerry Calà siano degli showman affermati e Franco Oppini e Nini Salerno lavorino invece nei teatri di tutta Italia, non capita di rado che i quattro amici si riuniscano “come ai vecchi tempi” in serate musicali dal sapore nostalgico e rievocativo. Un modo per dire che quando si è stato un gatto dei vicoli miracoli in fondo lo si rimarrà per sempre.

I Gatti di Vicolo Miracoli – le origini e i successi di un gruppo che ha fatto la storia ultima modifica: 2020-09-25T10:00:00+02:00 da Valentina Mericio

Commenti

To Top