itVerona

EVENTI

Vinitaly: quando il mondo incontra il dio Bacco

Vino come protagonista della manifestazione scaligera

Baudelaire diceva: “Chi beve solo acqua ha un segreto da nascondere“.

Aprile è ormai cominciato e per Verona questo significa una cosa sola: Vinitaly. Anche quest’anno, la città scaligera si prepara ad accogliere turisti da tutto il mondo nelle giornate da domenica 7 aprile al 10. Ma quando è nata la manifestazione e qual è la sua storia?

Vinitaly: cos’è e di cosa si compone la manifestazione

Era il 1967 quando a Verona iniziò a tenersi il Vinitaly, salone internazionale del vino e dei distillati. L’evento attrae l’attenzione non solo di produttori ed enologi, ma è anche una grande occasione annuale di visibilità per distributori, giornalisti, opinion leader.

Vinitaly 1

Salone internazionale del vino e dei distillati

Attraverso degustazioni e convegni, i visitatori possono trovare risposta a domande sulle tematiche vinicole e dei distillati. Senza tralasciare la visita di apposite aree espositive (dedicate soprattutto al made in Italy) o i numerosi concorsi organizzati dal Salone.

Accanto all’evento “Vinitaly” in senso stretto, in questa occasione si può entrare in contatto con il settore di produzione dell’Olio EVO e delle sue tecniche. Ma non solo. Esiste l’evento winebar “Vinitaly for you“, nel centro storico di Verona, organizzato simultaneamente. Inoltre, guardando ad una prospettiva globale, la manifestazione è stata eletta come ambasciatrice del vino italiano attraverso “Vinitaly in the World“.

1867-2005: le prime mosse

Sappiamo che Verona Fiere è lo spazio fisico (di 95000 metri al quadrato) in cui il Vinitaly si svolge. Tuttavia, la prima vera esposizione enologica veronese è stata organizzata nel 1867 all’interno dell’Arena.

Wine Fair In Verona In 1876

Prima esposizione enologica veronese (1867)

Dal ’67, nel Palazzo della Gran Guardia iniziano le “Giornate del vino italiano“, evento che segna l’effettiva nascita della manifestazione. L’attività espositiva vera e propria inizia solo con l’edizione del 1969, ma sarà nel ’71 che l’attenzione si diluisce anche ad aspetti tecnici e merceologici.

Per quanto la tradizione del made in Italy è fondamentale, nel 1978 Vinitaly apre le porte alla produzione estera. Gli anni successivi segnano la progressiva crescita del Salone: tra il 1980 e il 1990, la manifestazione ingloba il “Salone dell’Oliva” (SOL), quello dei distillati e delle grappe, i concorsi (soprattutto il “Concorso Enologico Internazionale”) ma anche competizioni legate al packaging del vino. A livello globale, la rassegna, tra il ’98 e il 2003, conquista prima la Cina (Shangai), Singapore e l’America (Chicago, San Francisco e Miami). L’ulteriore sviluppo internazionale del marchio vede la preparazione del terreno per la prima edizione di Vinitaly India (2205).

2006-2019: dai quarant’anni ad oggi

Nel 2006, Vinitaly si amplia inaugurando nuovi padiglioni espositivi, focalizzandosi anche sulla presenza dei mercati esteri. Tra l’anno successivo e il 2015, la manifestazione cerca di consolidare i concorsi e gli eventi istituiti negli anni precedenti, pur non fermando la crescita (non solo fisica, ma anche a livello di iniziative italiane ed estere). Sempre nel 2015, Vinitaly organizza un Padiglione ad EXPO Milano, così come nel 2011 aveva creato la “bottiglia dell’Unità d’Italia” in occasione del 150esimo anniversario.

Vino Expo2015 Fotoennevi Veronafiere Mg 2453 2 2

Padiglione Vinitaly a Expo 2015

Il 2016 è un anno di grandi innovazioni: in occasione dei 50 anni, Vinitaly è inaugurato da Mattarella ed entra nel Piano per la promozione del made in Italy; infine, Verona Fiere diventa società per azioni e si dota di un piano di investimenti fino al 2020, volti al miglioramento e consolidamento dei servizi.

Vinitaly 2019: programma dell’evento

Vinitaly 2019, come detto all’inizio dell’articolo, si svolge dal 7 al 10 aprile. Verona è pronta, come ogni anno, ad accogliere nuovi visitatori e turisti che vogliono ampliare le loro conoscenze legate al mondo dei vini e dei distillati, partecipare ad eventi e convegni, ma anche divertirsi con gli amici assaggiando del buon vino.

Sul sito ufficiale della rassegna, gli interessati possono trovare il programma dettagliato giorno per giorno delle proposte di quest’anno; infatti, alla semplice degustazione, sono sempre affiancati eventi collaterali interessanti, anche legati al mondo della cucina (gourmet o tradizionale) piuttosto che l’assaggio di 4 diverse tipologie di vino bendati, esperienza sensoriale diversa da quelle classiche.

E allora.. Verona aspetta tutti gli interessati, accogliendo a braccia aperte i veterani affezionati al Salone da anni, ma anche nuovi visitatori pronti a vivere nuove emozioni.

Immagine In Evidenza Vinitaly

Il vino come protagonista

E volendo concludere come si è iniziato, Stevenson recitava: “Il vino è poesia in bottiglia“.

Vinitaly: quando il mondo incontra il dio Bacco ultima modifica: 2019-04-06T13:00:53+02:00 da Giulia Zanaglio

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x