ITALIANI.IT STORIA STORIE

Verona: origini di una città

Verona - Veduta della città

Sorta su una piccola collina sulle sponde dell’Adige (il colle di San Pietro), Verona ha sempre avuto sin dai suoi albori un fascino speciale.
Situata in una posizione favorevole (e strategica), ricca di storia, culla della tragedia romantica più conosciuta di Shakespeare e con importanti attrazioni storiche e naturali che la rendono una delle città più visitate del nord d’Italia, Verona continua a mantenere il suo status di città cardine del Veneto.
Andiamo, ora, alla scoperta di questa città.

Una città attraverso i secoli

Le prime notizie sulla città risalgono già all’epoca preistorica, grazie a reperti ritrovati che collocano qui diversi villaggi e popolazioni. Sfogliando un po’ il libro di storia, si scoprirà che sotto l’Impero Romano Verona divenne uno dei centri più importanti, ed è in questo periodo che vennero edificate alcune delle opere più famose come l’Arena, il Teatro Romano, l’arco dei Gavi e porta Borsari.

Verona - Statua Equestre Di Cangrande

Superate le invasioni barbariche, in cui Verona fu teatro di sanguinose guerre, la città entrò quindi nell’epoca del basso medioevo, durante la quale a scontrarsi non furono più ad esempio Goti e Longobardi, bensì guelfi e ghibellini, che si diedero battaglia per il controllo della città.
Questa guerra vide alla fine prevalere la fazione ghibellina guidata dalla famiglia dei della Scala, da cui ovviamente prese origine l’attuale attributo di “scaligeri” dato agli abitanti di Verona. Sotto la loro guida la città prosperò e crebbe sia economicamente che territorialmente e politicamente, arrivando a estendere il proprio dominio a Vicenza, Feltre, Cividale e Belluno.
In seguito della decadenza della Signoria, però, Verona diventò terra di conquista prima per la Repubblica di Venezia e poi per l’Impero austro-asburgico.
La presenza straniera non portò tuttavia solo effetti negativi per la città: gli austriaci contribuirono infatti a rafforzarne le cinta murarie, inserendola poi nel cosiddetto quadrilatero assieme a Legnago, Mantova e Peschiera.
L’insofferenza per la dominazione asburgica era però palpabile, e culminò così nelle rivolte risorgimentali che alla fine portarono alla creazione del Regno d’Italia, a cui Verona si annesse nel 1866.

Verona oggi: tra cultura e patrimonio artistico

Il XX secolo, con le sue due guerre mondiali e ciò che ne ha conseguito, non ha scalfito l’importanza di questa città: oggi Verona è infatti ancora uno dei principali centri culturali e artistici d’Italia, status che ha maturato e mantenuto nel corso dei secoli.
Famosa sì per la tragedia di Romeo e Giulietta, che da sempre le conferisce la fama di città dell’amore, ma il capoluogo scaligero è indubbiamente anche molto altro.

Verona - statua di Giulietta

Con una popolazione di quasi 260 000 abitanti, è la seconda città più popolosa della regione, alle spalle della sola Venezia. Sede dell’omonima Università, la quale negli ultimi anni ha percepito un sostanziale incremento nel numero di iscritti, Verona si presenta inoltre come il terzo principale centro d’istruzione nel Veneto, insieme a Padova e al già citato capoluogo lagunare.
Inoltre la presenza di numerosi musei (come ad esempio il museo lapidario maffeiano, il museo archeologico al Teatro Romano, il palazzo di Castelvecchio e molte altre esposizioni artistiche) fa della città scaligera una meta culturale apprezzata in tutto il mondo.

Verona - mura della

Quando si parla di Verona non si può poi non parlare della stagione operistica che ogni anno si tiene dentro l’Arena, una delle rassegne liriche più importanti al mondo
Altra menzione speciale è l’estate teatrale veronese, con concerti e spettacoli che si tengono ogni anno al Teatro Romano, e per il Tocatì, il festival internazionale dei giochi in strada molto apprezzato da veronesi e turisti.
In conclusione, si potrebbero scrivere filippiche su cosa fare e vedere a Verona. Dopo questa breve introduzione, però, possiamo solo lasciarvi toccare con mano lo splendore e l’unicità di questa perla del Veneto.

Verona: origini di una città ultima modifica: 2019-01-20T15:07:36+01:00 da camilla marotta

Commenti

To Top