I VERONESI RACCONTANO VERONA

itVerona

CULTURA EDIFICI STORICI

Museo della radio Verona VR900: tra innovazione e tradizione

Museo Della Radio Verona - itVerona

L’arte e la tecnologia si fondono insieme. Questo sembra essere il filo conduttore di VR900 il nuovo museo della radio a Verona. VR900 è allestito a Porta Vescovo e aspetta di essere trasferito nella sede di Porta Nuova, al momento in restauro. 
In attesa di precise indicazioni ministeriali, il museo della radio di Verona sarà aperto al pubblico in una forma inedita. Andando sul sito ufficiale sarà possibile visitare i locali di Porta Vescovo in modo virtuale il tutto con un click. Un’opportunità preziosa, quindi, non solo per la cittadinanza, ma anche per chiunque voglia visitare un pezzettino della nostra bella città restando semplicemente a casa. In altre parole, il giusto equilibrio tra progettualità e innovazione, che farà strada sicuramente ad altri progetti futuri. 

Tour virtuali e non solo 

Tour virtuali con immagini 3D, spiegazioni audio di alcune opere d’arte allestite, video youtube e tanti saluti speciali sono il valore aggiunto che distingue VR900, il museo della radio di Verona che si propone in veste inedita offrendo una cultura accessibile a tutti e completamente gratuita. Ogni martedì alle 21, inoltre, saranno proposti contenuti online sempre nuovi, di musica, spettacolo, arte e tanto ancora. La ciliegina sulla torta del museo della radio è il concorso fotografico “La nuova Verona” che si è tenuto fino al 19 giugno e che ha raccolto le immagini più belle sulla città nel periodo post Covid. Un modo sicuramente originale di raffigurare la nostra bella città che durante il Coronavirus non si è mai arresa. 

VR900 Museo della radio – La nuova area dedicata a Roberto Puliero 

Sembrava una tappa quasi obbligata quella di dedicare un’area del museo al grande attore e giornalista veronese Roberto Puliero. Per anni è stato la una voce inossidabile in tutte le partite dell’Hellas Verona trasmesse naturalmente su Radio Verona. Chi non ricorda i suoi gridi di giubilo in quel 1985 dove il Verona vinse lo scudetto

Verona Porta Vescovo
Verona Porta Vescovo Foto da Wikipedia

Ecco quindi che un’area dedicata al maestro Puliero è stata un passo naturale. A conferma di ciò, la decisione di porre nell’ala del museo a lui dedicata il ripetitore radio RAI che, un tempo, si poteva vedere a Castel San Pietro. Possiamo dire che è un modo per suggellare un legame ancora più forte tra la città e quella che i veronesi hanno sempre considerato la loro voce.

VR900 Museo della radio – Sosteniamo la cultura

In un periodo in cui ci stiamo letteralmente riprendendo dall’emergenza sanitaria, ci sono delle realtà che vanno salvaguardate. Possiamo dire che la rinascita dell’associazione del museo della radio simboleggia una cultura che non va messa da parte e che anzi dobbiamo sostenere con sempre più forza in ogni ambito, politico o sociale che sia. 
In questo contesto, interviene Fiscal Art che ha indetto una campagna di crowdfunding a sostegno di Porta Vescovo e delle realtà della ristorazione. Donando 100 euro, Fiscal Art ti invierà un voucher di 50 euro da spendere nel ristorante preferito che sarà utilizzabile a partire dalla fine della campagna. Il donatore potrà poi beneficiare di un credito IRPEF di 65 euro che potrà recuperare dalle tasse il prossimo anno. Un dono a supporto della cultura che fa bene al cuore oltre che al palato.

Foto in evidenza di Igor Ovsyannykov da Pixabay 

Museo della radio Verona VR900: tra innovazione e tradizione ultima modifica: 2020-06-26T10:04:01+02:00 da Valentina Mericio
To Top