I VERONESI RACCONTANO VERONA

itVerona

COSA VEDERE CULTURA STORIA

Biblioteca civica di Verona, una lunga storia

Biblioteca Civica Verona Ingresso

La biblioteca civica di Verona ha una lunga storia alle sue spalle. L’edificio si trova in Via cappello, poco distante dalla Casa di Giulietta e da ponte Navi. Dotata di un grande patrimonio librario e di aule per leggere e studiare, è uno dei principali punti di riferimento della città.

Storia dell’edificio

Chi si dovesse recare presso la biblioteca può rendersi conto che essa assomiglia a un luogo sacro. L’edificio, infatti, risale al X secolo. In origine era un oratorio dedicato a San Sebastiano con annesso un ospedale. Più tardi divenne una parrocchia. Nel XVI secolo il vescovo la concesse ai padri gesuiti, che ne fecero un convento. Nel 1773 il papa Clemente XIV soppresse l’ordine dei gesuiti che già era stato espulso da diversi paesi. La chiesa passò, quindi, l’anno successivo alla città di Verona. Con l’arrivo di Napoleone l’edificio fu sconsacrato e divenne sede della biblioteca. Molti furono i lasciti di intellettuali che accrebbero il patrimonio dell’archivio. Nel 1945 i bombardamenti distrussero gran parte della struttura, che fu poi ricostruita nel dopoguerra.

Interno Biblioteca Civica Verona
Interno della Biblioteca Civica di Verona.
Fonte: Swadim. Licenza: CC BY-SA 4.0

La biblioteca civica moderna

Verona affidò i lavori al celebre architetto Luigi Nervi, e la sede moderna fu inaugurata nel 1980. Subì poi una restaurazione tra il 2005 e il 2010. Oggi appare come un interessante mix tra antico e moderno. Al suo interno si estende su tre piani. All’ingresso una sezione dedicata a bambini e ragazzi, e una sala per le mostre. Sempre al piano terra troviamo sale attrezzate con prese elettriche e wifi per chi voglia usare il computer. Seguono poi sale dedicate alla lettura e allo studio, con una ricca proposta di riviste. La biblioteca civica è dotata di un centro audiovisivi, con servizi di prestito e consultazione. È possibile, inoltre, accedere a postazioni per visionare film per motivi di studio. La biblioteca organizza diversi eventi in tutto l’arco dell’anno. Corsi con attestati finali, rassegne cinematografiche, gruppi di lettura, incontri per bambini e adulti.

Mostra Biblioteca Civica
Una mostra nella Biblioteca Civica di Verona.
Fonte: Pagina Facebook Biblioteca Civica Verona.

Archivio della biblioteca

La biblioteca conta più di 750 mila volumi tra libri, riviste, opuscoli, stampe e fotografie. I documenti presenti vanno da un periodo che si estende dal IX al XXI secolo. Il terzo piano dell’edificio è dedicato ai fondi di testi antichi e rari. Al suo interno la biblioteca ospita anche il Centro Studi Internazionale Lionello Fiumi, importante poeta del Novecento. Verona pone particolare attenzione alla produzione poetica. È presente un centro di documentazione sulla poesia contemporanea dedicata a Lorenzo Montano. Questi, oltre a essere un conosciuto poeta dell’Ottocento, proveniva da una famiglia particolarmente cara a Verona. Infatti, nacque Danilo Lebrecht, figlio di Carlo e nipote di Guglielmo ed Eugenia Lebrecht. Adottò lo pseudonimo Lorenzo Montano nel 1918. Verona, la biblioteca civica e la rivista Anterem gli hanno dedicato un premio letterario, istituito nel 1986.

Premio Poesia Lorenzo Montano Anterem Biblioteca Civica
Il premio di poesia e prosa Lorenzo Montano della rivista Anterem.
Fonte: Pagina Facebook Rivista Anterem.

Per maggiori informazioni visitare il sito della biblioteca: https://biblioteche.comune.verona.it/nqcontent.cfm?a_id=17009

Biblioteca civica di Verona, una lunga storia ultima modifica: 2020-03-27T10:52:55+01:00 da Martina Pozzerle
To Top